YouTube salvaguarda i bambini con importanti modifiche nelle impostazioni

Youtube salvaguarda i bambini

L’articolo è stato aggiornato in data 07 gennaio 2020 con l’inizio dell’obbligo delle nuove impostazioni su YouTube.

YouTube stipula un accordo con la US Federal Trade Commission e con il procuratore generale di NYC per essere conforme con il Children’s Online Privacy Protection Act (COPPA).

I creator di YouTube in tutto il mondo hanno l’obbligo di definire se i contenuti pubblicati e in pubblicazione sono dedicati o meno ai bambini. Il prossimo gennaio verrà limitata la raccolta di dati dei contenuti dedicati ai bambini e verranno disattivati gli annunci pubblicitari, commenti, notifiche o altre funzionalità del canale.

Una nuova impostazione per definire il pubblico e proteggere i bambini

È stata lanciata l’impostazione “pubblico” che permette di definire in modo preciso il proprio target di riferimento. Questa nuova impostazione mostra una schermata dove viene posta la domanda “questo video è stato realizzato per i bambini?”. Sarà obbligatorio indicare una risposta specifica. Già in passato YouTube aveva mostrato particolare interesse nella salvaguardia dei minori di 13 anni offrendo la possibilità agli adulti di effettuare il blocco video per alcuni video.

Il pubblico può essere definito:

  • A livello di canale: se tutti i video e le live stream di YouTube pubblicati sono dedicati ai bambini, c’è la possibilità di impostare il pubblico per l’intero canale. Per farlo sarà necessario cambiare le informazioni su YouTube Studio all’interno delle impostazioni avanzate dove è stata inserita la voce “pubblico”. Impostando il pubblico a livello di canale, tutti i video verranno impostati automaticamente con quelle determinate caratteristiche.
  • A livello di video: se i contenuti pubblicati sono di differenti tipologie, il creator avrà la possibilità di definire le caratteristiche per ogni singolo video. Questa operazione dovrà essere effettuata sia per i vecchi che per i nuovi contenuti.
Youtube bambini impostazioni

Per definire se un video è appropriato per i bambini è necessario analizzare l’argomento trattato e il target a cui si fa riferimento. YouTube non offre consulenza legale al riguardo, quindi in caso di dubbi si suggerisce di consultare queste linee guida del canale o di rivolgersi ad un avvocato.

Machine Learning per YouTube

Oltre a questa nuova impostazione del pubblico, YouTube utilizzerà dei sistemi di machine learning per comprendere i contenuti che sono evidentemente destinati ai bambini. Durante l’analisi, se un video risulta impostato male o in modo errato, YouTube provvederà all’impostazione del pubblico per quel determinato contenuto.

01/12/2022
Team Avantgrade
Digital Marketing

User Generated Content (UGC): cos’è, esempi e strategie di digital marketing

Quando si parla di UGC, User Generetad Content, si fa riferimento a tutto quel “contenuto generato dagli utenti”, ovvero creato e ricondiviso dalle persone online, che arricchisce la conversazione su di un certo prodotto o marchio, donanado a quest’ultimo un valore aggiunto e un aumento dell’awareness, senza che sia l’azienda…

approfondisci
24/11/2022
Team Avantgrade
Digital Marketing

Unique Selling Proposition: cos’è, come si scrive + esempi per il 2023

Cosa rende un’azienda diversa dall’altra? Cosa la fa emergere rispetto a un mercato spesso saturo? La risposta può stare in un insieme di parole di stampo anglosassone: Unique Selling Proposition (USP o Unique Selling Point), che in italiano possiamo tradurre con proposta unica di vendita. In questo articolo cerchiamo…

approfondisci
12/10/2022
Team Avantgrade
Digital Marketing

Gestione dati USA-UE: perché il nuovo ordine esecutivo di Biden è importante per le aziende europee

Il 25 marzo 2022 la presidente della Commissione Europea, Ursula Von der Leyen, e il presidente degli USA Joe Biden hanno annunciato di aver raggiunto un’intesa su un nuovo quadro di principi sulla gestione della privacy dei dati tra UE e USA, chiamato Privacy Shield 2.0. Il quadro promuoverà i…

approfondisci