Googlebot scansionerà i siti (anche) via HTTP/2

Googlebot scansionerà i siti via http/2

Google ha annunciato ufficialmente che, da novembre 2020, Googlebot potrà scansionare alcuni siti usando il protocollo HTTP/2.

Si tratta della nuova versione del protocollo HTTP, detta anche h2, che è entrata in uso nel 2015 circa.

Da quel momento, gli utenti che si occupano di sviluppo web hanno iniziato a chiedere a Google se Googlebot potesse scansionare i siti utilizzando la versione più moderna del protocollo.

Finalmente, Google ha risposto con un post sul suo blog ufficiale, dettagliando il nuovo supporto.

Big G ha annunciato che, grazie alla novità, ci saranno notevoli miglioramenti in termini di efficienza, riguardo l’utilizzo di risorse dei server. Questo perché il protocollo richiede l’apertura di meno connessioni TCP:

Googlebot può aprire una singola connessione TCP al server e trasferire così file multipli in parallelo, invece di dover aprire connessioni multiple. Meno connessioni si aprono e meno risorse il server e Googlebot dovranno impiegare per il crawling.

La novità comincerà ad essere disponibile per un numero ridotto di siti web, da novembre 2020, poi Google estenderà il supporto e valuterà la situazione man mano.

Ma come farà Googlebot a scegliere il protocollo di scansione? Tutto dipenderà dal supporto di HTTP/2 da parte del sito e dai benefici che sia il bot che i server ne potranno trarre.

Insomma, se i tuoi server supportano il nuovo protocollo e Googlebot passa spesso a scansionare il tuo sito, allora forse ti verrà reso disponibile l’upgrade. E no, non dovrai preoccuparti di nulla: si occuperà di tutto il bot.

Se vuoi scoprire di più sulla novità a livello tecnico, rimandiamo all’articolo ufficiale degli sviluppatori Google. Se invece vuoi scoprire se i tuoi server supportano HTTP/2, rimandiamo a questo articolo di Cloudflare.

Se invece ha bisogno di una solida consulenza SEO, non esitare a contattarci. Ti consiglieremo come ottimizzare il crawling per il tuo sito e molto altro ancora.

16/06/2022
Team Avantgrade
SEO&SEM

Guida all’ottimizzazione SEO di un sito web

Sai cosa si intende per ottimizzazione SEO di un sito web? Come immaginerai, il sito è un’arma di comunicazione e vendita potentissima e riuscire a veicolare traffico in maniera organica (ovvero non a pagamento) verso di lui è fondamentale per guadagnare visibilità e farsi trovare dai clienti interessati. Affinché questo…

approfondisci
27/05/2022
Team Avantgrade
SEO&SEM

Google Core Update Maggio 2022: cosa c’è da sapere

Più volte all’anno Google lancia degli aggiornamenti del suo algoritmo, chiamati “Core Update”, per rendere i risultati di ricerca sempre più pertinenti e di valore per gli utenti (dai un’occhiata alla raccolta di tutti i principali aggiornamenti dell’algoritmo di Google). Anche nel mese di maggio 2022,…

approfondisci
25/05/2022
Team Avantgrade
SEO&SEM

Performance Max (Google ADS): cos’è e come funziona

Performance Max di Google si inserisce in una tendenza che non riguarda solo il motore di ricerca di Mountain View, ma anche altre piattaforme di advertising. Ci si riferisce alla centralità dei processi di automatismo e di machine learning, a discapito del “controllo” da parte dell’inserzionista. Gli algoritmi di Google…

approfondisci