Reindirizzamento 301 e tag canonical: cosa sono e come utilizzarli

Redirect 301 e Tag Canonical

Quante volte ti è capitato di essere indeciso se utilizzare il tag canonical o il reindirizzamento 301? 

Anche se alla prima apparenza non sembra, queste due “funzioni” per la gestione di contenuti duplicati hanno obiettivi diversi. Facciamo un po’ di chiarezza e comprendiamo le differenza tra i due e a cosa servono effettivamente. 

Che cos’è il reindirizzamento 301

Il reindirizzamento 301 viene utilizzato in programmazione per spostare un URL ad un altro in modo permanente. Cioè?  La pagina originale non ha contenuti da mostrare all’utente e per questo motivo, quando un utente clicca su quel link, viene in automatico reindirizzato alla pagina nuova senza che (quasi) se ne renda conto.

Esistono molti modi diversi per implementare un reindirizzamento 301, ma il funzionamento lato SEO è il medesimo: si “indica” agli spider che un contenuto ha cambiato URL.

Quando utilizzare un reindirizzamento 301

Il redirect 301 viene utilizzato quando all’interno di un sito web sono presenti due pagine uguali o molto simili e non c’è interesse da parte del proprietario nel farle vedere entrambe all’utente (e ai motori). Il reindirizzamento può essere utilizzato anche per le pagine rimosse dal sito o per pagine spostate ad un altro URL.

Lato SEO è fortemente sconsigliato l’utilizzo del reindirizzamento 301 per “spostamenti momentanei”.. I reindirizzamenti a volte causano il rallentamento della frequenza con cui i motori di ricerca effettuano la scansione della pagina interessata. Al contrario, se la pagina con reindirizzamento ha definitivamente cambiato URL, allora il redirect 301 è la strada corretta da seguire.

Che cos’è un tag canonical 

Il tag canonical è un elemento HTML on-page che, a differenza del reindirizzamento 301, ha l’obiettivo di definire quale URL rappresenta la versione principale di una pagina copiata o molto simile. Nel momento in cui all’interno di un sito web dovessero esserci delle pagine uguali o quasi tra loro, attraverso questo tag i webmaster hanno la possibilità di comunicare ai motori di ricerca quale sia la pagina principale da considerare. 

Quando usare il tag canonical

Il tag canonical viene inserito nel codice html delle pagine e ha questo aspetto:

<link href = “https://sitodiesempio.it” rel = “canonical”>

Solitamente questa alternativa viene utilizzata dai webmaster per identificare la pagina principale che il motore di ricerca deve seguire e di conseguenza per evitare lo spreco di crawl budget (tempo che il crawler dedica alla scansione di un sito) perchè il crawler del motore di ricerca deve eseguire la scansione solo della pagina principale. Di norma il tag canonical viene utilizzato se diverse pagine hanno questi aspetti simili:

  • stesso contenuto
  • stessi metatag, link o titolazione
  • stesse keyword

Attenzione! Dato che il tag canonical è solo un’indicazione, è bene prestare attenzione ai vari segnali che si danno ai motori di ricerca. Se una pagina con tag canonical che punta ad un’altra riceve un gran numero di link da altre pagine del sito, lo spider potrebbe ignorare l’indicazione fornita e indicizzare tale pagina al posto di quella canonica.

Ricorda inoltre che le pagine canoniche dovranno essere specificate nella sitemap del sito. In questo modo si darà ancora più valore alla pagina selezionata come principale.

Ricevi gratis nella tua email le migliori guide, articoli e insights su SEO, SEM, Analytics e Digital Marketing!

25/10/2021
Team Avantgrade
SEO&SEM

Ricerca Google avanzata e Operatori di ricerca: lista delle principali funzioni

La ricerca Google avanzata e gli operatori di Ricerca sono il metodo migliore per affinare i risultati che ti vengono restituiti da Big G. Saper sfruttare al meglio queste funzionalità ti può far risparmiare tempo e migliorare la qualità delle risposte che Google ti offre. In questo articolo, vediamo…

approfondisci
14/10/2021
Team Avantgrade
SEO&SEM

Sitemap: cos’è, come crearla e perché è importante nella SEO

Sai cos’è la Sitemap? Si tratta di un elemento che, soprattutto per i siti di grandi dimensioni come gli e-commerce, ha una duplice e non trascurabile importanza perché consente agli utenti di orientarsi con facilità migliorando la UX, e a Google e ai motori di ricerca di individuare e comprendere…

approfondisci
13/10/2021
Team Avantgrade
SEO&SEM

Errore 404 (not found): cos’è e come risolvere

Tra i codici di stato nei quali si può incappare durante la navigazione web, l’errore 404 (not found) è certamente uno dei più diffusi. Considerato da alcuni come uno spauracchio lato SEO, vedremo in realtà che, a meno che non ci si trovi di fronte a un numero considerevole di…

approfondisci